TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Nuova ordinanza provinciale. Da lunedì 30 novembre riaprono parrucchieri, centri estetici e negozi. Decade l'ordinanza 69 con i codici Ateco e i divieti

L’ordinanza n. 73 del 27 novembre 2020 del presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, appena pubblicata, prevede che:

  • Dal lunedì 30 novembre al 3 dicembrel’Alto Adige rimane zona rossa. Ci si può muovere all’interno del proprio comune, con autodichiarazione, per raggiungere il posto di lavoro, per urgenze, per raggiungere le attività autorizzate.
  • Sono sospesi di tutti i servizi alla persona, ad eccezione di lavanderie, pompe funebri e servizi dei saloni di barbieri, parrucchieri ed estetisti (anche quelli dentro i centri commerciali)
  • Sono consentite le attività di commercio al dettaglio. I centri commerciali devono organizzare un servizio d’ordine peer scaglionare gli ingressi
  • Nei locali delle attività consentite è ammesso un numero di persone pari ad 1 cliente ogni 10 mq, salvo nei negozi di superficie inferiore a 20 mq, nei quali sono ammessi al massimo 2 clienti allo stesso tempo. Deve essere inoltre assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno 1 metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni;
  • Non viene posto il limite della chiusura nei festivi. Appena possibile occorrerà verificare con i Comuni se parrucchieri e estetisti (e i negozi) potranno aprire la domenica;
  • Non si fa alcun cenno ad orari di chiusura, a differenza di quanto annunciato in conferenza stampa. Si ritiene che tutti gli esercizi commerciali e artigiani con negozio possano riprendere con gli orari antecedenti al lockdown, in attesa di ulteriori charimenti;
  • I mercati sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari;
  • Bar, ristoranti e gastronomie artigianali sono chiusi tranne vendita da asporto dalle ore 5 alle ore 20 e consegna a domicilio dalle ore 5 alle ore 22
  • Riprendono le attività di mensa e catering su base contrattuale
  • Gli hotel sono chiusi tranne che per ospiti per comprovati motivi
  • scuola in presenza fino a tutta la scuola media
  • Sospese le attività di formazione tranne quelle online
  • Sospesi tutti gli eventi
  • Mezzi di trasporto pubblico pieni al 50%

Tutte le altre attività non citate (cantieri, edili, impiantisti, aziende con codici Ateco autorizzati), non potranno operare secondo le regole dell’ordinanza n. 69 che è decaduta il 29 novembre. Pertanto, in mancanza di nuovi chiarimenti della Provincia, si presuppone siano libere di esercitare. 

Da venerdì 4 dicembre 2020:

  • Ripristinato il coprifuoco dalle 22 alle 5
  • Spostamenti liberi tra comuni
  • Bari, ristoranti e gastronomie con il limite di 4 persone per tavolo artigiane potranno ospitare clienti in presenza dalle ore 5 alle 18, poi asporto fino allee 22 e a domicilio fino alle 22 con il limite di 4 persone per tavolo

SCARICA L'ORDINANZA

NOTA INTERPRETATIVA PER PARRUCCHIERI E CENTRI ESTETICI

Nuova ordinanza firmata venerdì pomeriggio dal presidente della Provincia.

Da lunedì 30 novembre a giovedì 3 dicembre l'Alto Adige rimane zona rossa, ma riapriranno parrucchieri, centri estetici e negozi (centri commerciali compresi, ma con ingressi contingentati).

Nella conferenza stampa di presentazione dell'ordinanza, il presidente ha detto che i negozi potranno aprire fino alle ore 18 e rimanere aperti la domenica.

Nel testo dell'ordinanza non appare il limite di orario alle ore 18 per i negozi e non viene indicato l'obbligo di chiusura nei festivi, né si rimanda ad ordinanze precedenti. Nulla è precisato, a tal proposito, rispetto a parrucchieri e centri estetici. Né viene indicato un orario di coprifuoco.

Si ritiene che, in mancanza di precisazioni ulteriori, parrucchieri e centri estetici, attività artigianali e non di commercio al dettaglio, possano rispettare il loro consueto orario di apertura fino al 3 dicembre.

Da venerdì 4 dicembre, riapriranno in presenza anche bar, ristoranti e gastronomie artigianali, ma solo fino alle ore 18 (limite espressamente indicato nell'ordinanza). Verrà istituito il coprifuoco dalle ore 22 alle 5. Anche con queste disposizioni, valide dal 4 dicembre, parrucchieri e centri estetici dovrebbero rimanere aperti secondo i loro consueti orari.

L'eventuale apertura domenicale sarà oggetto di ulteriore verifica, da parte di CNA-SHV, con gli appositi uffici comunali.

Per tutte le altre categorie (edili, impiantisti, cantieri, trasportatori, artigiani artistici, autorizzati con codici ATECO) le disposizioni dell'ordinanza n. 69 del 12 novembre.sono scadute il 29 novembre e non risultano al momento prorogate. Quindi sono libere di esercitare. 

Va anche ricordato che le ordinanze possono essere modificate o esplicitate in qualsiasi momento con ulteriori ordinanze o circolari, di cui vi daremo tempestiva informazione.