TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Carenza del personale, le sfide del futuro

Nel decennio 2025 – 2035 si calcolano 3.000 uscite in più rispetto alle entrate, annualmente. Un dato che preoccupa se si pensa che il problema della carenza del personale già oggi affligge la gran parte delle imprese artigiane della nostra provincia. Ne abbiamo parlato sabato scorso, il 24 novembre nel corso dell'assemblea annuale di CNA, che ha visto presenti nella parte pubblica, oltre ad un buon numero di associate e associati, anche il presidente della Provincia Arno Kompatscher, il vicepresidente del Consiglio Provinciale, Marco Galateo, i neo consiglieri provinciali Angelo Gennaccaro e Christian Bianchi, i vertici di lvh.apa Martina Haller (presidente), Hannes Mussak (vicepresidente) e il vicedirettore Walter Pöhl e i rappresentnati delle altre associazioni di categoria.

Nella sua relazione il direttore della Ripartizione Servizi Mercato del Lavoro ha sottolineato la necessità di intraprendere nuove strade per essere attrattivi e puntare sul recupero di alcune fasce di lavoratori, in particolare donne, disoccupati e pensionati. Inoltre fondamentale in alcuni casi è il cambio di rotta per quanto riguarda organizzazione del lavoro e tecnologia che determinano la produttività. A seguire vi è stata la tavola rotonda tra lo stesso direttore di ripartizione Luther, il presidente Claudio Corrarati, il segretario generale della Camera di Commercio Alfred Aberer e il sovrintendente scolastico Vincenzo Gullotta. Le imprenditrici e gli imprenditori hanno chiesto da parte loro un miglioramento dei programmi scolastici, in modo da renderli più attinenti al mondo del lavoro, in particolare per quanto riguarda la formazione professionale e un miglioramento dell'incontro tra domanda e offerta attraverso le piattaforme di ricerca messe a punto dalla Provincia. "Inoltre - hanno aggiunto le imprese - non ci può essere concorrenza sleale a colpi di benefit tra pubblico impiego e privato".