TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Lockdown dell'Alto Adige prorogato fino al 14 marzo. Accordo con le banche per prestiti agevolati a famiglie e imprese

Lockdown prorogato al 14 marzo incluso. Lo ha annunciato oggi (24 febbraio 2021) il presidente della Provincia, Arno Komptascher
IN OGNI CASO AVRA' VALORE SOLO L'ORDINANZA PROVINCIALE CHE VERRA' FIRMATA NELLE PROSSIME ORE
? Lockdown con modalità "zona rossa" prorogato al 14 marzo per l'intera provincia. Divieto di uscire di casa, tranne che per urgenze dimostrabili, la spesa, andare al lavoro, motivi di salute. Chiusi negozi (tranne quelli essenziali), bar, ristoranti (solo consegna a domicilio). Aperti parrucchieri e centri estetici. Scuole dell'infanzia ed elementari in presenza dall'1 marzo, scuole medie e superiori in DAD
 
? I Comuni in cui verranno individuati casi di variante sudafricana o comunque contagi sopra la media, verranno sottoposti a limitazioni da zona "ultra rossa": chiuse tutte le scuole, parrucchieri, centri estetici e attività produttive industriali ed artigianali, compresi i cantieri tranne alcune eccezioni; obbligo di test antigenico negativo nelle ultime 72 ore per entrare o uscire dal comune
 
? Gli attuali comuni in zona "ultra-rossa", tra cui Merano, rimarranno in tale regime fino al 7 marzo
 
✍️Il 5 marzo conferenza stampa per illustrare il piano di sostegni ad imprese e famiglie, previsti 500 milioni di euro
 
?Raggiunto un accordo con le banche per prestiti a tasso agevolato a imprese (fino a 35.000 euro, da 35.000 a 300.000 euro, fino a 1,5 milioni di euro) e famiglie (fino a 10.000 euro)
 
?Ipotesi di Fondo di emergenza per le PMI per liquidità immediata
 

Coronavirus variante sudafricana, chiusura rigida anche per Lana, Malles e Val Passiria. Consegna merci, accolta la richiesta CNA: niente test

In vigore sin d'ora l'ordinanza presidenziale pubblicata oggi (20 febbraio). Regole più restrittive per i Comuni nei quali si rilevano casi di variante sudafricana del coronavirus. Accolta la richiesta CNA sulla consegna delle merci: i fornitori che entrano o escono dai territori dei comuni blindati per effettuare operazioni di carico/scarico merci, senza avere contatti con altre persone, sono esentati dall’obbligo di presentazione della certificazione dell’esito negativo di un testantigenico o molecolare.

Il presidente della Provincia Arno Kompatscher ha firmato oggi (20 febbraio) una nuova ordinanza (Nr. 9/2021). Il provvedimento è immediatamente esecutivo e amplia  le misure di prevenzione relative all'emergenza epidemiologica da Covid 19 ai nuovi Comuni in cui la variante è stata rilevata. Le nuove misure sono dunque in vigore – oltre che nei Comuni di Merano, San Pancrazio, Rifiano e Moso in Passiria – anche a Malles Venosta, Lana e tutti i Comuni della val Passiria ossia San Martino in Passiria, Caines e San Leonardo in Passiria. L'ordinanza chiarisce quali misure siano in vigore e da quando, in particolare per quanto riguarda l'obbligo di esibire un tampone negativo in entrata e in uscita dai Comuni interessati.

L'ordinanza contiene inoltre chiarimenti su alcuni punti. Ad esempio viene ampliato l'accesso alle attività pedagogiche, scolastiche e didattiche in presenza e all'assistenza all'infanzia ai figli di genitori appartenenti al "personale docente e assimilato attualmente impegnato a tempo pieno nella didattica a distanza, che non abbia altra possibilità per accudire i figli in ambito familiare". Regole di sicurezza stringenti sono inoltre previste per la ripresa - a partire dal 22 febbraio – degli esami di bi- e trilinguismo per l'accesso all'impiego pubblico, così come le altre prove selettive in presenza dei concorsi banditi dalle pubbliche amministrazioni.

Informazioni sui siti dell'Azienda Sanitaria e della Provincia

Informazioni sulle stazioni di test già attive a Merano, San Pancrazio, Rifiano e Moso in Passiria saranno comunicate a breve dall'Azienda Sanitaria con un comunicato a parte. Man mano che nuove stazioni di test vengono allestite nei nuovi Comuni interessati dalla variante l'Azienda Sanitaria informerà della cosa. Sul sito web dell'Azienda Sanitaria sono anche reperibili informazioni sui medici di base e sulle farmacie dove è possibile effettuare il test.

Il sito web della Provincia dedicato al coronavirus pubblica in tempo reale le modifiche normative e ulteriori informazioni utili alla popolazione. Nella sezione "Documenti da scaricare" si trova anche il testo completo dell'ordinanza pubblicata oggi e quello delle precedenti ancora in vigore, i modelli per l'autodichiarazione e ulteriori documenti utili.

SCARICA L'ORDINANZA

AVVISO agli Utenti: uffici aperti solo su appuntamento - HINWEIS für Kunder: Büros nur nach Vereinbarung geöffnet

AVVISO agli Utenti -  HINWEIS für Kunder

In ottemperanza all’Ordinanza provinciale n. 7 del 12 febbraio 2020 gli uffici di CNA-SHV e del Patronato Epasa-Itaco

saranno aperti solo SU APPUNTAMENTO fino a domenica 28 febbraio 2021 incluso.

Potete contattarci via e-mail Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! e telefono 0471/546777

 

In Übereinstimmung mit der Verordnung Nr. 7 vom 12. Februar 2021 der Provinz Bozen bleibendie Büros der CNA-SHV und des Patronates Epasa-Itaco

werden den Parteienverkehr bis einschließlich 28. Februar 2021 nur BEI ERNENNUNG  geöffnet sein.

Sie können uns per E-Mail unter Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! oder telefonisch unter 0471/546777 erreichen.

Spostamenti, da lunedì 8 febbraio necessaria l'autodichiarazione. Scarica il modulo

iN BASE ALLA NUOVA ORDINANZA PROVINCIALE, DA LUNEDì 8 FEBBRAIO 2021:

  • Vietati gli spostamenti in entrata e uscita dal proprio comune di residenza.
  • All'interno del comune ci si potrà muovere dalla propria abitazione (con autocertificazione) solo per motivi di lavoro, studio, salute, effettuare acquisti o per esigenze di necessità.
  • Sarà possibile recarsi presso persone bisognose di cure, presso il domicilio del proprio partner o della propria partner, raggiungere la più vicina area cani
  • Attività motoria consentita in forma individuale e nel rispetto delle norme sudistanze (due metri da non conviventi) e mascherine.Covid-19, misure più rigide per contrastare i contagi

SCARICA L'AUTODICHIARAZIONE SPOSTAMENTO PERSONE