TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Trentino Alto Adige: "Automotive, valorizzare l'intera filiera comprese le PMI. Dai grandi gruppi agli autoriparatori e alle ditte di segnaletica. Strategia che non marginalizzi le piccole imprese"

CNA Trentino Alto Adige condivide il percorso indicato dal Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, per il rilancio dell’automotive. In particolare la previsione di costituire tre tavoli per la domanda, l’offerta e le infrastrutture con la contestuale indicazione di tempi e obiettivi precisi. A patto che venga valorizzata l’intera filiera, dai grandi gruppi automobilistici alle piccole aziende delle riparazioni e della segnaletica stradale.

“CNA – commenta il presidente regionale Claudio Corrarati - garantirà il proprio contributo ai lavori dei tavoli che si insedieranno, sollecitando l’istituzione anche di tavoli regionali e provinciali, per contribuire a sostenere un settore i cui numeri sono molto importanti per l’economia del nostro paese e della nostra regione, nella quale si trovano stabilimenti produttivi di grandi gruppi e tantissime micro e piccole imprese del comparto. Rileviamo, però, la necessità di ampliare il focus su tutta la filiera dell’automotive. È necessario porsi l'obiettivo di accompagnare in questo processo di trasformazione tutti i soggetti coinvolti, dai grandi gruppi come Fca a chi dipinge le strisce pedonali e a chi effettua le riparazioni sui veicoli. Stiamo lavorando da tempo a fianco delle imprese della filiera per sostenerle in questo processo ma serve un impegno comune”.

Secondo CNA Trentino Alto Adige “è fondamentale individuare forme di sinergia vera tra Università, centri di ricerca territoriali e nazionali e il sistema delle imprese, quelle che abbiamo e non quelle che vorremmo avere. Non ci si può sempre trincerare dietro l’affermazione che sono troppo piccole, non può essere una colpa! Non possiamo assistere passivamente ad un processo di selezione naturale”.