TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Obbligo di acquisto carburanti con pagamenti tracciati deroga per gli acquisti delle imprese di autotrasporto dal proprio consorzio

L’Agenzia delle Entrate ha risposto alla richiesta di consulenza giuridica presentata dalla CNA il 17 luglio 2018 in cui si chiedeva se la modalità operativa utilizzata dai consorzi e dalle cooperative costituite da imprese di autotrasporto, di gestire i rapporti di debito credito sorti nei confronti dei rispettivi consorziati o soci attraverso l’istituto della compensazione, potesse pregiudicare il diritto delle imprese consorziate alla deducibilità e detraibilità dell’IVA relativa alla spesa sostenuta, posto l’obbligo alla tracciabilità dei pagamenti relativi agli acquisti di carburanti e lubrificanti per autotrazione introdotto dalla legge di bilancio per il 2018 (Notizia del 27 luglio 2018).

Condividendo la soluzione interpretativa prospettata dalla CNA, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che la compensazione dei reciproci rapporti di debito e credito esistenti tra consorzi/cooperative e le relative imprese associate, possibile in virtù di un contratto di conto corrente stipulato tra le parti, non pregiudica il diritto delle imprese di autotrasporto consorziate/socie alla deducibilità del costo e alla detraibilità dell’IVA relativa all’acquisto di carburante anche quando il pagamento con mezzi tracciati non sia contestuale al momento dell’acquisto medesimo, a condizione che:

  • Il consorzio/cooperativa emetta fattura elettronica in corrispondenza di ogni singolo acquisto di carburante effettuato dall’impresa di autotrasporto associata;
  • I rapporti di debito e credito tra l’ente associativo e le singole imprese derivanti dal contratto di conto corrente risultino da chiare e dettagliate evidenze contabili;
  • I pagamenti degli importi eventualmente non compensati siano effettuati con mezzi tracciabili.

Si allega la risposta dell’Agenzia delle Entrate alla richiesta di consulenza giuridica presentata dalla Confederazione.

Documenti Allegati: