TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Scontrino elettronico, l'Agenzia delle Entrate preannuncia controlli della Guardia di Finanza

Le ultime direttive dell'Agenzia delle Entrate, illustrate in videoconferenza agli esperti di CNA Politiche fiscali Trentino Alto Adige, indicano che l'introduzione dello scontrino elettronico dall'1 gennaio 2020, con possibilità di adeguarsi entro il 30 giugno 2020 per chi fattura meno di 400.000 euro, sarà accompagnata dai controlli assidui della Guardia di Finanza nei confronti degli imprenditori artigiani e dei servizi o lavoratori autonomi o liberi professionisti, sottoposti all'obbligo di uniformarsi al sistema telematico, e dei loro clienti. 

A differenza di quanto comunicato in precedenza su un'applicazione soft del sistema elettronico e su una tregua nei controlli durante la fase di transizione, è emerso che i finanzieri potranno chiedere ai clienti che escono da botteghe artigiane o negozi di controllare la ricevuta cartacea.

Pertanto le attività sottoposte ad obbligo di scontrino elettronico dovranno dotarsi di apposito registratore telematico, che rilascia anche lo scontrino cartaceo, oppure dovranno rilasciare al cliente una ricevuta cartacea, non fiscale, in attesa di provvedere, a fine serata, ad inserire gli incassi della giornata dell'apposita applicazione web dell'Agenzia delle Entrate.

CNA-SHV raccomanda agli imprenditori artigiani, lavoratori autonomi e liberi professionisti di dotarsi prima possibile di registratori telematici o sistemi alternativi, non soltanto per adempiere all'obbligo di trasmissione telematica degli incassi a fine giornata all'Agenzia delle Entrate, ma anche per evitare sorprese in caso di controlli da parte della Guardia di Finanza a clienti o alle stesse attività imprenditoriali. In alternativa, è opportuno registrarsi all'applicazione web dell'Agenzia e testare il sistema, dotandosi di un apposito blocchetto per rilasciare ricevute non fiscali ai clienti. 

Gli uffici di CNA-SHV sono a disposizione per i necessari chiarimenti contattando il numero 0471 546777 oppure l'e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.