TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA Trentino Alto Adige: "No al ritorno al monopolio postale per prodotti e servizi. La Legge di Bilancio imbriglia una settore liberalizzato da anni"

CNA Trentino Alto Adige esprime forte preoccupazione per l’emendamento alla Legge di Bilancio, attualmente all’esame della V Commissione del Senato, che riporta indietro le lancette dell’orologio, ripristinando surrettiziamente il monopolio a favore di Poste Italiane per il recapito di patenti, carte d’identità, passaporti, visti.

“Un ambito già liberalizzato da anni – afferma la CNA regionale - dove gli operatori del mercato postale si misurano in maniera trasparente attraverso gare pubbliche, a beneficio della concorrenza e, quindi, a vantaggio dei cittadini. Dalla Legge di Bilancio ci aspettiamo misure che vadano nella direzione della crescita e dello sviluppo e non interventi che, di fatto, tutelano posizioni di monopolio sui mercati. A maggior ragione in un mercato come quello postale che sta vivendo un tempo di grande sofferenza legata alla trasformazione digitale. Per questi motivi, ci appelliamo al Parlamento, al Governo e ai parlamentari del Trentino Alto Adige e all’intervento delle Province di Trento e Bolzano¸ quest’ultima ha peraltro assunto dal 2010 gli oneri del servizio attuando il federalismo fiscale con l’accordo di Milano, affinché l’emendamento venga respinto, salvaguardando migliaia di posti di lavoro e le imprese del settore”.