TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Deleghe e tema scuola-lavoro al centro della prima riunione della nuova presidenza CNA SHV

Presidenza CNA SHV Presidenza CNA SHV

Buona la prima per la nuova presidenza di CNA SHV Alto Adige. Gli otto vicepresidenti si sono seduti lunedì sera intorno ad un tavolo con il presidente regionale Claudio Corrarati per pianificare il lavoro dei prossimi quattro anni. Tra i temi più sentiti, già emersi nella fase congressuale, c’è quello della mancanza di personale qualificato e della difficoltà a far incontrare domanda e offerta.

La nuova presidenza è decisa ad intervenire su vari fronti per trovare una soluzione. “Sul tavolo abbiamo messo diversi progetti che verranno approfonditi e studiati nelle prossime settimane – spiega il presidente Corrarati –. Vogliamo intervenire su molteplici piani: dal rapporto con le scuole professionali e gli istituti tecnici, passando per progetti formativi innovativi fino ad arrivare a campagne di immagine che valorizzino il ruolo dell’artigianato e della piccola imprenditoria. Dobbiamo spiegare ai ragazzi, ma anche a genitori e insegnanti, che essere artigiano non è un ripiego, ma una grande opportunità professionale e una garanzia per il futuro”. Nel corso della riunione, il presidente regionale ha assegnato anche le deleghe ai vicepresidenti. Nello specifico il rapporto scuola-lavoro e i progetti ad esso annessi saranno seguiti dal presidente territoriale Paolo Ferrazin. Daniela Dal Col seguirà l’evoluzione ecosostenibile di trasporti e logistica in un contesto sempre più globalizzato che ruota attorno alle merci e alle loro consegne. Cristiano Cantisani e Rodolfo Gabrieli saranno i referenti rispettivamente per Green Mobility e Green Economy, compreso lo sviluppo delle piccole imprese all’interno del contesto “Green Land Südtirol”. A Christian Battisti è andata la delega sul sociale e sul welfare, intesa come approfondimento delle nuove povertà che, spesso, toccano anche gli imprenditori e le loro famiglie. Sandro Stefanati, presidente dell’Unione Benessere, si occuperà di uno dei temi più sentiti dalla sua categoria, che però è un problema trasversale: la lotta all’abusivismo e il rispetto della legalità. Lisa Toselli Bonaldi sarà la referente per donne, giovani e progetti di conciliazione lavoro-famiglia, in stretto collegamento con le rappresentanti di Rete Economia Donna. Infine ad Andrea Cappello è andata la delega sull’innovazione a misura di piccole imprese e artigiani. “Con questa nuova squadra siamo sicuri che l’associazione potrà continuare sulla strada di crescita e rinnovamento già intrapresa negli ultimi anni”, così in conclusione Corrarati.