TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Plastic tax pesa su ditte e cittadini. Ecco le proposte green di CNA

CNA Trentino Alto Adige ribadisce il giudizio negativo sulla Plastic Tax anche nella nuova formulazione approvata in Commissione Bilancio al Senato che fissa l’imposta a 45 centesimi per Kg ma ne estende l’applicazione al tetrapack.  “La finalità della plastic tax – afferma la CNA regionale - resta incomprensibile in quanto non genera alcun effetto positivo nell’orientamento della produzione e dei consumi verso gli obiettivi di sostenibilità. La plastic tax rimane un’imposta che pesa su imprese e cittadini e che non genera effetti positivi sull’ambiente anche dopo la rimodulazione decisa dal Governo”. Non rappresenta una misura coerente con il Green New Deal ma solo uno strumento per drenare risorse”.

Apprendistato, sgravio contributivo per tre anni. Il Senato accoglie la proposta di CNA. Corrarati: "Sensibilizzare famiglie e giovani"

“Lo sgravio contributivo per chi assume apprendisti è un importante riconoscimento per tutto il mondo dell’artigianato e delle micro imprese, che sempre di più devono fare rete e pressing sulle Regioni affinché venga esportato in tutta Italia il modello di successo dell’Alto Adige sulla formazione professionale e sull’apprendistato duale, mutuato dal sistema tedesco, e l’efficiente sistema di formazione professionale del Trentino”. CNA Trentino Alto Adige esprime soddisfazione per l’approvazione da parte della Commissione Bilancio del Senato dell’emendamento presentato dal Senatore Daniele Manca, anche su sollecitazione della Confederazione, per promuovere l’occupazione giovanile.

Revisione degli ISA, CNA non firma il documento finale. Chiesta la modifica di tutti i 175 indici di affidabilità. Corrarati: "Premialità negata a ditte affidabili e concessa a chi non merita"

CNA non ha firmato la validazione della revisione di 89 indici di affidabilità ISA per il 2019. La mancata partecipazione al voto in Commissione esperti è stata decisa per dare un chiaro segnale del disagio in cui si è operato a causa delle problematiche riscontrate in sede di applicazione degli ISA per il 2018.

L’Italia ancora nella morsa della stagnazione

L’economia italiana non riesce a liberarsi dalla stagnazione e si avvia a chiudere un 2019 con la crescita a ritmi marginali e una frenata anche per gli investimenti che riflette un clima di fiducia da parte delle imprese in costante deterioramento. Il quadro disegnato dall’Istat sulla congiuntura del Paese si conferma a toni plumbei e le prospettive per l’anno prossimo non indicano un sensibile miglioramento.