TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

Covid-19: nuova ordinanza, limiti per la ristorazione all'aperto

Limitazioni alla ristorazione all’aperto, precisazioni su mercatini delle pulci e cerimonie. Firmata l’ordinanza numero 21 che integra quella di settimana scorsa.

Il presidente della Provincia, Arno Kompatscher, ha firmato nel tardo pomeriggio di oggi (30 aprile) l’ordinanza provinciale numero 21 dell’anno 2021. Il documento va ad integrare l’ordinanza numero 20 pubblicata la settimana scorsa e, come essa, sarà in vigore sino al 31 luglio. La precisazione più importante contenuta nella nuova ordinanza riguarda il settore della ristorazione.

Allarme dell’Inps: tentativi di truffa alle aziende e ai contribuenti

Ci risiamo. L’Inps segnala di nuovo che i ladri digitali sono tornati all’opera e stanno usando un nuovo trucchetto. L’Istituto nazionale di previdenza, infatti, ha diffuso una nota in cui avvisa tutti i suoi utenti che sono in corso tentativi di truffa tramite e-mail cosiddette ‘di phishing’. Le mail, sfruttando apparenti comunicazioni da parte dell’Istituto, invitano, in pratica, gli utenti a scaricare bollettini di versamento precompilati o link cliccabili per ricevere il rimborso di contributi versati in eccesso.

Corona-Pass, la base per le nuove aperture in Alto Adige. CNA-SHV sostiene la campagna "Testiamoci"

Alcune delle riaperture previste dal 26 aprile in Alto Adige saranno legate al Corona-Pass. Presentati i dettagli del progetto: strumento importante, ma è necessario continuare a rispettare le regole. Anche CNA-SHV sostiene la campagna "Testiamoci - Insieme contro il Covid"

Ripartire in sicurezza garantendo, grazie al contenimento dei contagi, una riapertura duratura di attività legate a ristorazione, cultura e tempo libero. Tutto ciò, in Alto Adige, potrà accadere a partire dal 26 aprile ( con una parte delle riaperture legate al Corona-Pass. Si tratta di un progetto che si basa su tre pilastri: persone testate, persone vaccinate, persone guarite. 

Ridisegnare l’amministrazione straordinaria delle imprese. Ecco le proposte CNA

“Il dibattito sulla riforma dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi va ripreso al più presto per concludere il ridisegno delle procedure, già avviato con la legge delega 155/2017 e il relativo Codice della crisi d’impresa, purtroppo stralciato durante la discussione parlamentare”. A chiederlo la delegazione CNA che ha partecipato all’audizione odierna in videoconferenza di fronte ai componenti della commissione Attività produttive della Camera sulla proposta di legge “Delega al governo per la riforma della disciplina dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato d’insolvenza”.