TPL_GK_LANG_LOGIN
 
A+ A A-

CNA: usiamo le risorse europee per rimettere in moto l’Italia

Nel dibattito su Mes e Recovery fund, CNA, dalle colonne del quotidiano “Il Foglio”, sottolinea la necessità di un utilizzo efficiente di tutte le risorse comunitarie per “rimettere il Paese sul sentiero della crescita”.

La confederazione “da tempo sollecita la definizione urgente di progetti di medio e lungo periodo per potenziare la produttività”. Per evitare danni irreparabili al tessuto produttivo del Paese e in particolare alle micro e piccole imprese è necessario assicurare un rapido e consistente sostegno finanziario al sistema produttivo. Garantire liquidità è la priorità nella fase di emergenza. “L’insieme degli strumenti europei possono attivare per il nostro Paese risorse intorno ai 500 miliardi di euro, di cui circa 200 per l’acquisto di titoli di Stato e circa 170 dal Recouvery Fund”.

A CNA la presidenza del Comitato INPS per la previdenza degli artigiani

Antonio Licchetta, della CNA, è stato eletto all’unanimità alla presidenza del Comitato amministratore della Gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli artigiani dell’Inps.

Riunito on-line, e in diverse sedi, a causa delle misure restrittive dovute al Covid19, infatti, il Comitato si è appena ricostituito con i suoi componenti: CNA, Confartigianato, Casartigiani e i rappresentanti dei ministeri del Lavoro e dell’Economia.

CNA agli Stati generali: le nostre proposte per il rilancio dell’Italia

Il rilancio dell’Italia passa attraverso un gigantesco piano di investimenti che dovrà utilizzare al meglio le ingenti risorse comunitarie ma occorre curare rapidamente i mali cronici che impediscono al Paese di crescere da oltre 20 anni e che l’emergenza provocata dal Covid-19 ha messo in evidenza. E’ quanto ha sottolineato il presidente della CNA, Daniele Vaccarino, intervenendo agli Stati generali dell’economia promossi dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

La Confederazione ha presentato un documento indicando una serie proposte per rimettere in moto l’Italia. E’ necessaria una efficace terapia per rimuovere tutti gli ostacoli che bloccano lo sviluppo. Per modernizzare il Paese, favorire la green economy e creare le basi per una crescita robusta occorre avviare un grande cantiere di riforme da realizzare rapidamente all’insegna di semplifica, sblocca, snellisci. L’architettura normativa e burocratica deve smettere di rappresentare un ostacolo all’attività delle imprese.

CNA: bici e artigianato per riscoprire città e territori

Saranno le due ruote e il cestino, che più di un litro di latte, un chilo di pane del droghiere di fiducia e giusto qualche mela dei contadini del mercato non può contenere. Sarà anche che andando in bici si osserva di più e si notano anche le piccole rivoluzioni nelle strade. Dal negozio che chiude alla bottega che non ha più l’insegna della settimana scorsa, e ti chiedi perché.